ITALIA - Emilia Romagna - Reggio Emilia

Il Sentiero di Matilde di Canossa

  • Viaggi esperenziali , Turismo Responsabile , Trekking , Tour guidato
  • 4 giorni / 3 notti
  • Treno
  • Come da Programma

Le terre del grande feudo di Matilde di Canossa, un intreccio di bellezze naturali e testimonianze storico architettoniche dove è facile percepire l’alone leggendario che circonda il personaggio di Matilde, una donna che nella storia del Medioevo europeo ha ricoperto un ruolo di primaria importanza.
L'itinerario parte da Reggio Emilia, per spostarsi con mezzi locali a Ciano d'Enza e da lì, a piedi fino a Rossena.
Si prosegue poi con la visita al castello di Canossa e con percorso a piedi attraverso borghi e boschi fino a Crocicchio e al castello di Sarzano, uno dei luoghi più importanti del potere di Matilde.

Vuoi parlare subito con me? Scegli come!
Dettagli

ITINERARIO

1° GIORNO: REGGIO EMILIA – CIANO D’ENZA - ROSSENA
Ritrovo presso la stazione di Reggio Emilia entro le 12.30, Transfert a Ciano d’Enza con le ferrovie locali. La prima tappa, ha inizio da Ciano d'Enza, e si snoda in un piacevole percorso tra coltivi e boschi di roverella lungo la valle del rio Vico. Risalendo un comodo sterrato sulla destra della Valle si raggiunge Rossena ed il suo Castello, che offre una ampia visione panoramica sull’Appennino Reggiano, dove spicca la sagoma inconfondibile della Pietra di Bismantova.
Difficoltà: facile – Durata 2 ore – distanza 3,5 km – dislivello in salita 217 m – dislivello in discesa 0 m – terreno: sentiero

2° GIORNO: ROSSENA – CASTELLO DI CANOSSA - CROCICCHIO
Partenza per il Castello di Canossa circondato dai suggestivi calanchi che danno al paesaggio un aspetto quasi lunare. Dopo la visita guidata al castello, si prosegue per Cavandola, Ceredole dei Coppi, Bergogno. Si susseguono borghi e paesaggi naturali tra campi coltivati e boschi di querce e castagni, fino ad arrivare a Crocicchio dove si effettua il pernottamento.
Difficoltà: facile – Durata 3 ore – distanza 12 km – dislivello in salita 150 m – dislivello in discesa 150 m – terreno: sentiero

3° GIORNO: CROCICCHIO – CASTELLO DI SARZANO - CARPINETI
Da Crocicchio si prosegue fino alla borgata di Monchio dei Ferri, e attraversando le località il Ponte e Carrobbio si risale al castello di Sarzano. Fu una delle sedi più importanti del potere matildico Oggi rimangono il mastio, una torre utilizzata come campanile, alcune parti delle mura e i resti della porta d’ingresso. Si scende per un panoramico sentiero alla sottostante Casina. Riprendendo il Sentiero Matilde lungo la valle di Carpineti si attraversano le località di Croce di Petrella, Giavello e Rio Minello fino alla chiesa di San Donnino di Tresinara citata in antichi documenti fin dal 1191, edificata per volere di Matilde di Canossa. Dalla località Riana si prosegue lungo un sentiero che raggiunge la periferia di Carpineti, luogo del terzo ed ultimo pernottamento.
Difficoltà: medio facile – Durata 6 ore – distanza 15 km – dislivello in salita 120 m – dislivello in discesa 120 m – terreno: sentiero

4° GIORNO: CARPINETI – CASTELLO DELLE CARPINETE - REGGIO EMILIA
Il castello delle Carpinete svetta a cavallo di una delle più suggestive dorsali dell'Appennino reggiano, quella che collega il monte Valestra con il monte Fòsola e la Pietra di Bismantova. Lo si raggiunge in mezz’ora dal centro di Carpineti risalendo per l’antica via matildica. Era uno dei perni del sistema difensivo Canossano e residenza preferita da Matilde, ritorno a Carpineti alle 12.00 circa. Transfer a Reggio Emilia e partenza.
Difficoltà: facile – Durata 1 ore – distanza 1,5 km – dislivello in salita 140 m – dislivello in discesa 140 m – terreno: sentiero

Difficoltà del viaggio
Facile, adatto a tutti.
Tutte le escursioni giornaliere (max 5/6 ore di cammino effettivo) sono effettuate con zaino leggero (ognuno viaggia solo con il necessario per la giornata).
Il primo giorno si consiglia di arrivare già pronti per camminare, trattandosi di un trek breve portare solo ciò che serve con zaino piccolo, prima della partenza verrà fornita una scheda zaino con tutte le indicazioni.

Vuoi parlare subito con me? Scegli come!
Date e prezzi
Prezzo
02/04/21 / 05/04/21
Quota per persona in camera doppia base 2 partecipanti
€ 360
13/05/21 / 17/05/21
Quota per persona in camera doppia base 2 partecipanti
€ 360
01/06/21 / 05/06/21
Quota per persona in camera doppia base 2 partecipanti
€ 360
Vuoi parlare subito con me? Scegli come!
Incluso/Escluso

Quota per persona in camera doppia.
La cifra stabilita prevede un certo tipo di vitto e alloggio e nel caso si desiderino delle sistemazioni diverse, il maggior valore sarà a carico del cliente.

La quota comprende
- Tutti i pernottamenti in albergo o b&b in camera doppia con bagno
- Il trasporto dei bagagli durante il trekking
- La mezza pensione
- Guida Ambientale Escursionistica italiana
- Trasferimenti con mezzi pubblici il primo e il penultimo giorno da/per Ciano d'Enza
- Trasferimento bagagli durante il trekking
- Assicurazione medico-bagaglio

La quota non comprende
- Il traporto da/per Reggio Emilia
- Tutti i pranzi
- Ingressi a musei e chiese
- Le bevande e gli extra di carattere personale
- Polizza a copertura spese di annullamento
- Tutto quanto non espressamente indicato ne 'La quota comprende'

Vuoi parlare subito con me? Scegli come!
Appunti di Viaggio

INFORMAZIONI UTILI

LUOGO DI RITROVO
Stazione di Reggio Emilia entro le 12.30, trasferimento a Ciano d’Enza con le ferrovie locali, per il rientro da Carpineti si useranno i mezzi pubblici, oppure provvederemo ad organizzare il rientro con mezzi a noleggio.

ATTREZZATURA NECESSARIA
- Zaino con borraccia
- Scarpe da trekking
- Bastoncini da trekking
- Abbigliamento a strati + ricambi
- Mantella antipioggia
- Cappello + occhiali da sole
- Crema solare
- Macchina Fotografica e binocolo

Perché viaggiare responsabile?
Un viaggio di turismo responsabile si basa su principi di equità economica, tolleranza, rispetto, conoscenza e incontro. Porta a visitare le bellezze naturali, storiche e artistiche del paese visitato, dando però un “valore aggiunto” al viaggio: l’incontro con le popolazioni locali è visto come momento centrale dell’esperienza turistica, rendendo il viaggio un’imperdibile occasione di conoscenza di un altro popolo, delle sue tradizioni, dei suoi usi e costumi, in un’ottica di scambio culturale.
Un viaggio responsabile mira a sostenere le economie locali dei paesi di destinazione utilizzando, per quanto possibile, servizi locali e lasciando dunque la maggior parte dei proventi turistici alle popolazioni locali. Le comunità visitate sono protagoniste nella gestione del viaggio o di una parte di esso, nonché dirette beneficiarie dei risultati economici che ne derivano.

Vuoi parlare subito con me? Scegli come!

Mappa

Vuoi maggiori informazioni su questa offerta?

Compila il modulo qui sotto e ti contatteremo per creare insieme il tuo viaggio


Riferimenti contatto


Tutto quello che vuoi raccontarci (domande, richieste particolari, altro...)


Newsletter X

Non perderti le migliori offerte della settimana!
Lascia qui la tua email per ricevere ogni settimana le offerte più interessanti e uniche!